Zampe in Salvo: le FAQ sul pre-affido

Pubblicato da il 6 Marzo 2020

Ogni settimana le volontarie di Zampe in Salvo aprono una finestra sul mondo dei nostri amici a 4 zampe.

Facciamo chiarezza una volta per tutte, rispondendo alle domande più frequenti nei commenti ai agli appelli di adozione di cani e gatti che pubblichiamo sulla nostra pagina facebook “Zampe in salvo”: cos’è il pre-affido? Cos’è il post affido? Perché obbligo di sterilizzazione? Perché si cede solo al nord? Perché “no cacciatori”? cosa sono le staffette? In cosa consiste il rimborso spese? Cos’è il modulo di affido? Cominciamo dalla procedura del pre-affido: in cosa consiste e perché lo si fa. Abbiamo avuto modo di dire più volte che il proprietario di un animale può cederlo liberamente, gratis o previo versamento di un prezzo, senza particolari vincoli. Così come abbiamo più volte detto che noi (e tutti gli altri volontari animalisti) non consideriamo gli animali che curiamo come degli oggetti poiché sono degli esseri senzienti che provano emozioni così come gli esseri umani (gioiscono, soffrono, si deprimono, ecc.).
Abbiamo l’esigenza di ottenere la (quasi) certezza che i nostri “protetti” vadano a finire in buone mani, adottati da persone che li accolgano amorevolmente nelle proprie famiglie e siano in grado e capaci di prendersi cura di loro. Per farlo dobbiamo effettuare i tanto famigerati controlli pre-affido. In proposito, nella nostra pagina Zampe in salvo, nella sezione “Note” troverete una spiegazione dettagliata di questa procedura. Ciò che preme far entrare nella capoccia della gente cono dei concetti basilari. 1) Il cane/gatto è nostro e abbiamo tutto il diritto di stabilire le condizioni della cessione. Se le condizioni non sono di vostro gradimento, cercatevi il cane/gatto altrove 2) Noi vi forniamo tutte le informazioni necessarie sul cane/gatto affinchè possiate compiere una scelta consapevole su se adottarlo o no e avete tutto il diritto di chiederci tutto ciò che volete su di loro; ma, contestualmente, noi dobbiamo avere da voi tutte le informazioni necessarie su di voi per capire se ve lo meritate il nostro cane/gatto.
Quindi non vi meravigliate se vi chiediamo di compilare da subito un questionario pre-affido con il quale vi chiediamo che lavoro fate, com’è composta la vostra famiglia, quante ore libere avete durante la giornata da poter dedicare all’animale, come vi organizzate quando andate in vacanza, ecc. è nostro diritto sapere se avete le capacita economiche per mantenere quel cane/gatto, se avete abbastanza tempo da dedicargli, se avete dei bambini che possano creare disturbi agli animali o che magari possano essere mal tollerati dai nostri animali, se il vostro giardino è sicuro, se avete esperienza con cani e gatti. Valutiamo tutti questi aspetti per poterci fare un’idea. Ma questa idea non ci basta. Consapevoli che sul questionario potreste essere ingannevoli, mandiamo a casa vostra un volontario di fiducia che possa conoscere di persona voi e tutta la famiglia e vagliare la corrispondenza al vero di quanto dichiarato nel questionario. Solo dopo valutazione positiva del questionario e della visita a casa, il cane/gatto vi verrà ceduto. Ma non prima che firmiate il modulo di affido, di cui parleremo in un’altra occasione. Noi non vi cediamo dei pacchi ma vi affidiamo dei cuori e delle anime sensibili. È un nostro dovere morale far sì che ciascun cane/gatto che abbiamo salvato da trascorsi difficili abbiano un’adozione consapevole. Non a caso il motto di Zampe in salvo è “Qui non si vende e non si regala. Qui si adotta”.
A cura del presidente dell’associazione Zampe in Salvo, Annalis Fedele

Traccia corrente

Titolo

Artista