Zampe in Salvo: le FAQ sul pre-affido, le staffette

Pubblicato da il 21 Marzo 2020

Le volontarie di Zampe in Salvo, ogni settimattina, aprono una piccola finestra sul mondo dei nostri amici a 4 zampe

 

Vi siete innamorati di un cane o un gatto di cui a avete visto l’appello su facebook come animale in cerca di adozione. Avete telefonato al volontario che segue l’adozione per chiedere informazioni, avete compilato il questionario conoscitivo che è stato valutato positivamente dal volontario e avete ricevuto la visita a casa di un altro volontario che risiede vicino a voi e che, a sua volta, vi ha valutato positivamente. Il grosso è fatto insomma! Ma come fate ad avere il cane o gatto di cui vi siete innamorati e che si trova a centinaia di chilometri da voi? Ecco che entrano in campo le cd. “staffette” che non sono altro che furgoni attrezzati per il trasporto di cani e gatti e che hanno le dovute autorizzazioni sanitarie. Quando non vengono effettuate da vere e proprie ditte, le staffette sono servizi resi da associazioni di volontariato. In ogni caso hanno un costo, variabile a seconda della ditta/associazione che effettua il trasporto e in base al peso dell’animale (si va dai 50,00 ai 200,00 € circa).

Le staffette non sono corrieri che consegnano l’animale a domicilio dell’adottante ma fanno delle tappe sul territorio nazionale in alcune uscite autostradali principali. Il che significa che l’adottante o va a prenderselo di persona recandosi alla fermata più vicina – e potrebbe trattarsi anche di 200 km di distanza – o si serve di un ulteriore servizio cd. “mini-staffetta”, il cui costo varia in base al chilometraggio, rintracciato comunque dal volontario. Cani e gatti, per poter usufruire delle staffette, devono essere microchippati, vaccinati e in buona salute certificata da un veterinario e, ovviamente, devono essere accompagnati da idonea documentazione comprovante la proprietà e le condizioni sanitarie nonché i documenti di riconoscimento del proprietario e dell’adottante. In questo particolare periodo in cui il COVID-19 ci ha sequestrati in casa, le staffette, così come le visite dei volontari a domicilio per il pre-affido sono bloccate.

L’appello che noi di Zampe in salvo rivolgiamo a tutti coloro che hanno deciso di adottare un cane o un gatto è di non abbandonare l’animale prescelto, di aspettare pazientemente che questo periodaccio abbia fine, che si sblocchino gli spostamenti così che lo sfortunato animale possa finalmente godersi l’affetto di una famiglia e il calore di una casa.

 

A cura del Presidente dell’Associazione Zampe in Salvo, Annalisa Fedele


Traccia corrente

Titolo

Artista